Il Laboratorio d'Architettura - via A. Volta n°39 73042 Casarano tel. +39 347 8426505 email: p.denuzzo@gmail.com


 

I maestri cartapestai

In quest'elenco non sono presenti tutti i maestri cartapestai salentini, ma solo quelli incontrati nel censimento delle opere presenti nei luoghi pubblici di culto dei Comuni di Casarano, Matino, Parabita, Ruffano, Supersano, Taurisano e Torre Paduli. 

(Le notizie biografiche, che sono in corso di immissione, sono tratte da: Caterina Ragusa “Guida alla Cartapesta Leccese” Congedo Editore 1997, al quale testo rinviamo per maggiori approfondimenti.)

 

NOME ARTISTA

Luogo di lavoro    

(nato il – morto il)

 

N° opere censite

Luogo

Chiesa

N°scheda

Titolo Opera d’arte

anno

Restauro

BELLE’ GIUSEPPE

Lecce    

( ? - ?)

 

4

notizie biografiche:

Parabita

S.Anna 147 P23 S.Anna e Maria bambina 1932  
S.Giovanni Bat 161 P37 Gesù appare a S.M.Alacoque 1931  
  166 P42 Madonna della Coltura    

171 P47

S.Cuore di Gesù

BRUNO CARMELO

Lecce (fine XIX°- metà XX°)   4

notizie biografiche:

Nacque a Lecce alla fine del XIX secolo e aprì bottega a Lecce col fratello Salvatore in Viale Stazione. Successivamente, separatosi dal fratello, si trasferì ad Arezzo dove continuò a modellare figure in cartapesta. Fu premiato al l’Esposizione di Londra, di Parigi, di Roma, e alla III Biennale Leccese di Economia Domestica. Morì ad Arezzo nella prima metà del XX secolo. Tra i suoi allievi si ricordano Giovanni e Vincenzo D’Elia; Giuseppe De Giorgi e Francesco Quarta.

Matino

Sant. dell’Addolorata 102 M36 Addolorata e SS.Vescovi    
  113 M47 S.Biagio     
  120 M54 Estasi di S.Rita    

Parabita  

S.Giovanni Batt. 165 P41 Madonna del Carmine 1943  

CARETTA RAFFAELE

Lecce (1871-1950)   12  

notizie biografiche:

Nacque a Lecce il 18 febbraio 1871 e fu allievo apprendista dapprima di Antonio Maccagnani e successivamente divenne discepolo e poi capo giovane di bottega di Giuseppe Manzo, dove operò fino al 1895, anno in cui, morto il De Pascalis, aprì la sua bottega al n°8 nella Piazzetta Panzera (nei locali posti a piano terra di Palazzo Tinelli). Successivamente, si trasferì in via dei Sotterranei al n°2, dove poi, alla sua morte, per alcuni anni, continuò a lavorare il figlio Giovanni.

Raggiunge i migliori risultati nei lavori ad altorilievo e bassorilievo per altari, accostando scenografia, pittura e scultura.

Nel 1898 ricevette una medaglia d’argento all’Esposizione Internazionale di Torino e successivamente una medaglia d’oro, sempre nello stesso anno all’Esposizione Mondiale di Roma, dove, nel 1901 si riaffermò ricevendo, oltre la medaglia d’oro una croce al merito e un gran premio d’onore.

Nel 1900 partecipò all’Esposizione Internazionale di Parigi e Bordeaux e nel 1908 alle Esposizioni di Venezia e nel 1909 a quella di Milano.

Fu nominato cavaliere pro ecclesia e pontefice e commendatore dell’Ordine di S.Silvestro papa. Morì a Lecce il 17 giugno 1950. Tra i suoi allievi si ricordano Emilio Bruno e Giovanni Colella.

Trasporto di Gesù al sepolcro (detta “Gli Ottosanti”), Chiesa di “San Rocco” in Ruvo di Puglia (BA), opera del Cav. Raffaele Caretta - anno 1920 Lecce; (foto inviataci dal Signor Cleto BUCCI)
 

Casarano

Chiesa dell’Immacolata 20 C20 Gesù nell’orto degli Ulivi 1918    
  21 C21 Gesù davanti a Pilato 1918    
  22 C22 Flagellazione 1918    
  23 C23  Condanna a Morte 1918    
  24 C24 Crocefissione 1918    

Parabita  

Chiesa S.Anna 148 P24 S.Antonio da Padova    
Ch. S.Giovanni Batt. 163 P39 Gesù nell’orto degli ulivi 1924  

Ruffano

Ch. del Buon Consiglio 204 R6 Mad. del Buon Consiglio   A.Malecore,1992

Supersano  

Chiesa S.Michele Arc. 240 S14 S.Antonio dà il pane   A.Malecore,1981
  241 S15 S.Cuore di Gesù   A.Malecore,1983
  242 S16 S.Cuore di Gesù   A.Malecore,1983 
  244 S18 S.Teresa di Lisieux    
DEL COCO GIOVANNI Lecce   ( ? - ?)   1
notizie biografiche:

Parabita  

S.Antonio da Padova 127 P3 S.Rita     
DE PASCALIS A Lecce   ( 1862-1895)   2
notizie biografiche:

Parabita  

Chiesa del Crocifisso 132 P8 S.Luigi Gonzaga 1909 1934
  133 P9         S.Tommaso d’Aquino      
ERRICO PASQUALE Lecce (inizi XX°)   2
notizie biografiche:

Casarano

Chiesa di Casaranello 30 C30 Cristo risorto 1909 A.Malecore,1990
Chiesa S.Domenico 67 C67  S.Cuore di Gesù  1929  A.Malecore,1990 
FEBBRARO SALVATORE Taurisano ( ? - ?)      2  
notizie biografiche:

Taurisano

Ch.Mad.della Strada 266 T27 Madonna del Rosario    
  268 T29 Madonna della Strada    
FEBBRARO A. Taurisano ( ? - ?)    1
notizie biografiche:

Ruffano  

Ch. del Buon Consiglio 200 R2 Cristo morto 1913 1985  
GALLUCCI   ? Lecce ( ? - ?)   1
notizie biografiche:

Taurisano

Ch.M.SS.Ausiliatrice  260 T21 Maria SS.Ausiliatrice 1980  
GALLUCCI CARMELO Lecce (1929 - vivente)   2

notizie biografiche:

Casarano
Conv.S.M.degli Angeli 14 C14 Angelo  1958    
  17 C17 S.Giuseppe    
GALLUCCI  fratelli  Lecce   (? - viventi)    1

notizie biografiche:

Parabita  
Chiesa S.Giovanni Batt 158 P34 Battesimo di Gesù    
GALLUCCI  Salvatore  Lecce  ( ? - vivente)   1
notizie biografiche:
Casarano  
Capp.Suore Vincenz. 4 C4 S.Caterina Labourè 1977    
 GUACCI  LUIGI Lecce ( 1871 - 1934)   4
notizie biografiche:

Figlio di Gaetano e Vincenza Perulli, nacque a Lecce l'8 gennaio 1871. Frequentò la scuola di disegno del Comune di Lecce ricevendo l'insegnamento del pittore Vincenzo Conte e poi di Raffaele Maccagnani, ed apprese l'arte dell'in­taglio da Giuseppe De Cupertinis nella Società Operaria di Lecce.Nel 1888, avendo vinto una borsa di studio bandita dall'Amministrazione Provinciale di Lecce, si recò a Roma dove rimase molti anni essendo iscritto all'Istituto di Belle Arti. Nel corso di composizione presentò La donna mo­rente opera in gesso finemente modellata, otte­nendo il primo premio. Successivamente parte­cipò al Concorso Nazionale al Vicini col grup­po Saffo e Faone (oggi nella Galleria d'Arte S. Luca in Roma) e a parità di merito ricevette il secondo premio. Ben presto iniziò ad essere apprezzato ed eseguì numerose opere tra cui si ricordano i monumenti in marmo di Mons. Lasagna a Villa Colon in Uruguay e la statua in argento di S. Eraclio. Dopo dieci anni di permanenza a Roma, ritornò a Lecce dove forse per le scarse commissioni di opere in marmo, iniziò ad interessarsi della cartapesta. Decise così li unire tutti i lavoranti di cartapesta in una unica organizzazione cooperativa. Nel 1897 fondò in collaborazione con l'amico giornalista Oronzo Valentini uno stabilimento Per la lavorazione del marmo e della cartape­sta detto Istituto di arti plastiche, al villino Liguori dove andarono a lavorare 80 cartapestai, discepoli e capogiovani delle migliori botteghe di Lecce. La novità era costituita dalla Produzione delle bambole in cartapesta infrangibili, modellate successivamente in una forma di bronzo per permettere una produzione in serie, con occhi in cristallo movibili, pre­miate all'esposizione di Venezia del 1927 con medaglia d'oro, col premio al primo concorso del giocattolo italiano di Milano nel 1929, e con medaglie in altre occasioni. Nello stabili­mento specializzò i suoi dipendenti in modo che il lavoro finale risultasse opera di tutti, modellato nelle forme da lui create e sotto la sua direzione. Questa organizzazione indu­striale permise così la produzione di statue a prezzi di concorrenza e le inserzioni pubblici­tarie apparvero su "L'Osservatore Romano" e su numerosi altri giornali. Il suo stabilimento fu visitato dai cardinali Pompili, Laurenti, De Lay, dal Principe di Piemonte, dal Ministro ar­gentino Fernando Perez, dal Ministro italiano Belluzzo, da Starace e da Vescovi e Onorevoli. Nel 1913 fu insignito dell'onorificenza di Ca­valiere del Lavoro. Tra i suoi allievi si ricorda­no Giuseppe Faraone, Giovanni Guacci, Antonio Guerrieri, Antonio Aralla, Carmelo Battista, Cosimino Balestrazzo, Vincenzo Conte, Eduardo e Luigi De Candia, Giovanni Oronzo Guido, Francesco Pantaleo, Pasquale Zilli, Pietro Indino, Anna Salomi, Scarsella Osvaldo e Gabriele Capoccia. Collaborò con Agesilao Flora al quale diede per sposa la nipote Anna. Morì a Lecce il 12 gennaio 1934. Lo stabili-mento fu ereditato dal figlio Gaetano e rimase aperto fino al 1948.

Casarano
Chiesa M.SS.Annunziata 48 C48 S.Cuore di Gesù   Zappatore-Galati,1992
Matino  
Chiesa di S.Giorgio 84 M17 Crocifissione     
  87 M20 S.Cuore di Gesù   Zappatore-Galati,1996 
Parabita  
Convento suore d’Ivrea 195 P71 Immacolata    
INDINO PIETRO    Lecce  (1912 - 1992)   3
notizie biografiche:

Parabita  

Chiesa S.Anna  146 P22 S.Anna e Maria bambina      
  151 P27 S.Lucia      
  155 P31 SS.Medici    
LONGO Isacco, Andrea, Oronzo Lecce ( ? - viventi)   7
notizie biografiche:
Casarano
Chiesa di Casaranello 34 C34 S.Rocco    
Chiesa Madonna della Campana 37 C37 S.Rocco    
Matino
Chiesa del Rosario 80 M13 S.Tommaso d’Aquino    
Chiesa di S.Giorgio 88 M21 S.Elisabetta d’Ungheria     
  90 M23 S.Rocco    
  91 M24 Estasi di S.Tommaso    
Ruffano
Ch. del Buon Consiglio 206 R8 Risorto 1964    
MACCAGNANI EUGENIO Lecce (1852 - 1930)   1
notizie biografiche:
Casarano  
Chiesa dell’Immacolata 26 C26 Cristo alla colonna    
GIUSEPPE MANZO Lecce (1849-1942)   18 (1?)  

notizie biografiche:

Figlio di Orazio, scalpellino, nacque a Lecce il 17 marzo 1849. Fu allievo di L.Guerra, A. Castellucci, L.Guachi ed infine di A.De Lucrezi. Lavorò anche nello stabilimento di ceramica Paladini in S.Pietro in Lama dove apprese i primi elementi di modellatura e di disegno da Anselmo De Simone.

Apri bottega in società col De Pascalis in via Paladini (Palazzo Romano). Le sue pale per altari ed i suoi gruppi statuari sono caratterizzati da una certa austerità e da un verismo impeccabile. Oltre che a Lecce e nella provincia i suoi lavori è facile trovarli in varie chiese di altre città italiane ed

estere; il cartapestaio, infatti, produceva vari gruppi per Londra. Parigi. Berlino, Tokio, il Cairo, New York, Rio De Janerio. Melbourne. Per due anni, da 1902 aI 1904, fu presidente del Consiglio Comunale e della Società Operaia. Ricevette molte onorificenze per i suoi lavori.

Al Manzo fu consegnata la prima medaglia d’oro il il 2 giugno 1877 in occasione del Giubileo Episcopale di Pio IX; successivamente partecipò all’Esposizione di Palermo per due anni consecutivi, ricevendo la medaglia d’argento nel 1899 all’Esposizione Internazionale di Torino, all’Esposizione Campionaria Mondiale di Roma, all’Esposizione industriale e Commerciale di Poitiers.  Nel 1901 all’Esposizione Internazionale di Londra, Parigi e Bordeaux, e ancora nel 1911 all’Esposizione Campionaria di Roma. Un’altra medaglia d’oro gli fu assegnata dall’Accademia di Parigi degli Inventeurs Indusustials Expositeurs ed un’altra dalle Missioni Opere Cattoliche di Torino nel 1898. Ebbe, inoltre numerose medaglie in argento e bronzo, varie coppe e numerosi diplomi e Croci al merito e fra queste la più prestigiosa quella conferitagli dall’Accademia di Belle Arti di Parigi.

Tra i suoi allievi si ricordano Egidio e Attilio dell’Anna, Oronzo Manzo, Giuseppe Monaco, Gabriele Capoccia, Pasquale Errico, Armando Morrone e Oronzo Solombrino.

la Pietà, Chiesa del “Purgatorio” in Ruvo di Puglia (BA), opera del Cav. Giuseppe MANZO – anno 1898-1901 Lecce. (foto inviataci dal Signor Cleto BUCCI)
Casarano
Conv.S.M.degli Angeli 19 C19 S.Tommaso d’Aquino 1914    
Chiesa di Casaranello 32 C32 Madonna della Croce 1942  
Chiesa S.Domenico 59 C59 S.Biagio    
  61 C61          S.Giuseppe 1898  
  64 C64          S.Pietro    
Matino  
Chiesa del Rosario 78 M11 S.Caterina 1937    
  79 M12 S.Domenico    
Chiesa di S.Giorgio 89 M22 S.Francesco col Crocifisso 1936  
Sant. dell’Addolorata 112 M46 S.Antonio da Padova 1905  
  122 M56           S.Teresa    
Parabita
Chi. S.Giovanni Batt. 167 P43 Madonna di Fatima    
  169 P45 S.Antonio da Padova    1906  
Supersano  
Chiesa Madonna della Coelimanna 227 S6  La Coelimanna(scoperta) 1899 A.Malecore,1966
  228 S7 Madonna Ceolimanna 1904 A.Malecore,1979
Chiesa S.Michele Arc. 233 S12 Madonna del Rosario   A.Malecore,1983
  238 S17  S.Michele Arcangelo   A.Malecore,1983
  236 S10           Deposizione    

Taurisano

Ch.della Trasfigurazione 254 T15 Sacra Famiglia      
Chiesa Mad.delle Grazie 282 TR6 Ritovamento della Croce 1920 Ferraro,1950
Manzo (opere di bottega)       1
Matino  
Sant. dell’Addolorata 117 M51 S.Francesco d’Assisi    
ANTONIO MALECORE Lecce (1922 - 1998)   10

notizie biografiche:

MALECORE Francesco (inizi XIX secolo - 1893) e figli Giuseppe (1876-1967) e Aristide (1888- 1954)

Francesco nacque a Lecce nei primi del XIX secolo, fu allievo prima di Antonio Maccagnani e poi di Achille De Lucrezi. Successivamente iniziò a lavorare con i figli Giuseppe, nato a Lecce 18 Agosto 1876 ed ivi morto nel 1947 e Aristide, nato a Lecce il 6 novembre 1888 ed ivi morto nel 1954.

Morì a Lecce nel 1893 ed i figli, rimasti orfani, diventarono allievi di Giuseppe Manzo e successivamente aprirono bottega nel 1898 a Lecce al piano terra di Palazzo Vaglio in via XXV Luglio. Nel 1911, in seguito alla donazione di suoli ai più notevoli artigiani leccesi per volere del sindaco Pellegrino, fu assegnata loro una zona in Piazza delle Poste per impiantare un laboratorio di più vaste produzioni dove, alla morte di Aristide, continuò ad operare Giuseppe col figlio Antonio fino al l958 anno in cui si spostarono in via degli Alami, la ditta era specializzata nella modellazione di numerose statue sacre che venivano richieste in gran quantità dall’Italia e dall’estero per la loro perfezione tecnica.

Tra gli allievi di Francesco si ricordano Antonio ed Emilio Bruno, Armando Morrone, Giovanni Colella;

tra quelli di Giuseppe: Nicola Botrugno e Cesare Gallucci, Achille Giurgola, Gustavo Monaco, Armando Morrone, Pasquale Zecca, Oreste Zollino.

Casarano  
Chiesa M.SS.Annunziata 51 C51 presepe: S.Giuseppe   1994
  52 C52 presepe: La Madonna   1994
  53 C53 presepe: Bue    1994
  54 C54 presepe: Asinello   1994
  55 C55 presepe: Angelo   1994
Chiesa S.Domenico 60 C60 S.Domenico   1993
Parabita
Chiesa S.Anna 142 P18  Addolorata   1991  
  152 P28 S.Pantaleone   1989  
  153 P29 S.Rita   1992  
Chiesa S.Giovanni Batt. 174 P50 S.Giuseppe   1996  
RIA ANTONELLA Parabita ( ? - ?)   1
notizie biografiche:
Parabita  
Chiesa S.Anna 145 P21 Risorto  1992  
SACQUEGNA SALVATORE Lecce ( 1877 - 1955)   3
notizie biografiche:
Casarano
Conv.S.M.degli Angeli  15 C15 Immacolata    
  16 C16 S.Francesco d’Assisi    
  18 C18 S.Pasquale Bailon   1913  
SABATO Antonietta Taurisano ( 11.8.1948 - vivente)   1
notizie biografiche:
Casarano  
Chi.S.Cuore di Gesù 13 C13  Volto Santo 1997    
SABATO Michele Casarano ( 5.10.1926 – 29.6.1967)   1
notizie biografiche:    vedi
Casarano  
Chiesa di Casaranello 33 C33 S.Rita  1961  

Matino   (solo restauro)

Chiesa di S.Giorgio 87 M20 S.Cuore di Gesù (aut. Guacci)   1964
ZAPPATORE Rocco Palmariggi ( ? - vivente)   7
GALATI Giovanni Palmariggi ( ? - vivente)  
notizie biografiche:
Casarano  
Cappella Ospedale 5 C5 S.Cuore di Gesù   1995  
Chiesa del Sacro Cuore 8 C8 presepe: Asinello   1996  
  9 C9  presepe: Bue   1996  
  10 C10 Magi:Melchiorre   1996  
  11 C11 Magi: Gaspare    1996  
  12 C12 Magi: Baldassarre   1996  
Chiesa S.Domenico  (opera del solo Zappatore) 58 C58  Gesù bambino di Praga 1936

 

Notizie biografiche di altri artisti:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

         

notizie biografiche:

Pino De Nuzzo

LA CASA A CORTE BIZANTINA

(Il sistema abitativo-tipologico nel centro antico di Casarano)

ed.CRSEC Le 46-Reg.Puglia

 foto della serata

bibliografia

 

guestbook

 

 Home page

 generale

 

 

Nedstat Basic - Free web site statistics

Ultimo aggiornamento:

 24 novembre 2006